Crea sito

Nuovi Moduli

Celle fotovoltaiche di nuova concezione sono state sviluppate e proposte per la commercializzazione dalla società giapponese Kyosemi. Si tratta di mini-celle sferiche, del diametro di circa 1,8 millimetri, che promettono una maggiore efficienza e grande flessibilità d'uso rispetto alle celle convenzionali.

La forma sferica permette infatti di sfruttare la luce proveniente da tutte le direzioni. In tal modo non solo viene efficacemente convertita anche la luce riflessa e quella diffusa, ma si riduce la necessità di posizionare con esattezza le celle rispetto alla radiazione solare o addirittura di prevedere sistemi di inseguimento del moto apparente del sole. Grazie alle piccole dimensioni le nuove celle - denominate Sphelar - possono essere accorpate in modo da costituire strutture di forme diverse, adatte alle più svariate esigenze. Possono essere utilizzate, ad esempio, per realizzare pannelli a forma di cupola, pannelli flessibili e pannelli semitrasparenti, anche in sostituzione dei vetri di finestre.



Inoltre, secondo Kyosemi, il procedimento con cui sono realizzate ha un ridotto impatto ambientale: il silicio viene fuso e poi fatto cadere da un'altezza di 14 metri. Durante la caduta prende spontaneamente la forma sferica, come accade nelle gocce di pioggia, e si cristallizza grazie alle particolari condizioni create nell'ambiente. In questo modo si riducono al minimo gli sprechi di silicio (ad esempio non ci sono sfridi di taglio), l'impatto ambientale e, quindi, anche i costi.

Nuovi Moduli

Messaggioda archibonarrigo » 24/04/2010, 22:51

Descrizione:


Tolleranza solo positiva e maggiori garanzie di performance: il nuovo modulo Conergy PowerPlus supera se stesso.

Più potenza, più produzione, più sicurezza: le nuove caratteristiche dei moduli tedeschi Conergy rendono ancora più affidabile e redditizio l’investimento nel fotovoltaico.



Molti moduli in commercio presentano una tolleranza di potenza che varia per lo più tra il +3 e il -3 percento. Ciò indica che, rispetto alla potenza nominale, la potenza effettiva di un modulo da 200 W può essere anche di 6 watt in meno. Questo si traduce in una considerevole perdita economica nell’arco dei 20 anni di incentivazione dell’impianto fotovoltaico: considerando la tariffa di 0,48 € per kWh, per un impianto da 6 kW, ad esempio, il mancato guadagno equivarrebbe ad oltre 2.000 €.



I nuovi moduli Conergy PowerPlus 200-230 P non solo garantiscono che il cliente ottenga dall’impianto fotovoltaico le prestazioni e i ricavi attesi, ma possono addirittura produrre risultati migliori di quelli stimati in fase di progetto. I moduli prodotti da Conergy a Frankfurt Oder in Germania, infatti, sono oggi disponibili con tolleranza di potenza esclusivamente positiva (-0/+2,5%).



Tolleranza positiva significa maggiori rendimenti energetici ed economici ed una maggiore sicurezza dell’investimento. Ma non solo: poiché il prezzo di vendita dei moduli è basato sui Wp nominali, acquistando ad esempio un PowerPlus 220 Wp si pagano 220 Wp per avere, in media, una potenza effettiva di 222,75 Wp: al prezzo/Wp già competitivo, Conergy aggiunge 2,75 Wp in omaggio.



L’alto livello di affidabilità dei moduli Conergy è rafforzato anche dall’aumento della garanzia sulla potenza nominale minima dal 90 al 92% su 12 anni e dalla possibilità di richiedere l’estensione della garanzia sul prodotto da 5 a 10 anni.



Queste nuove caratteristiche incrementano ulteriormente la qualità dei moduli Conergy PowerPlus, confermando il loro posizionamento tra i migliori prodotti del mercato.

I PowerPlus da sempre si distinguono per elevate prestazioni e lunga durata. L’alto livello di automazione del processo produttivo integrato, i severi controlli ed i particolari accorgimenti nel design dei moduli garantiscono i più alti livelli qualitativi. I moduli sono sottoposti a continui test che simulano gli effetti dell’invecchiamento e prevedono prove di resistenza ad estreme escursioni di temperatura (-40+ 85°C) e umidità. I componenti sono studiati per la massima robustezza e durata: i 3 bus-bar aumentano efficienza e vita utile della cella, la cornice senza camera vuota e il vetro solare resistente alla grandine e ai carichi fino a 5400 Pa consentono l’utilizzo dei moduli nelle condizioni atmosferiche più impegnative, la scatola di giunzione parzialmente aderente evita il surriscaldamento del modulo.
archibonarrigo
 
Messaggi: 3
Iscritto il: 22/04/2010, 19:44

Nuovi Pannelli Fotovoltaici

Messaggioda ENERGETHICS srl » 25/04/2010, 11:52

I nuovi pannelli fotovoltaici in LAMINAM
La tecnologia incontra il design per l'architettura sostenibile
Letto 3321 volte vota Risultato 0 voti
vedi aggiornamento del 15/12/2009

28/05/2009 - Il fotovoltaico sta diventando sempre più parte integrante dei progetti nell’edilizia avanzata. I possibili scenari futuri raccontano di moduli fotovoltaici che si differenzieranno per diventare coperture, pareti e finestre fotovoltaiche. Una tecnologia ancora troppo visibile ma sempre più presente nella vita quotidiana: oggi con il laminam, invece, i pannelli si integrano completamente nell’architettura.

Cuore di un personale ed ininterrotto percorso di ricerca, laminam si presenta in una nuova realizzazione nella veste di pannelli fotovoltaici, soluzione ideale per progettare un rivestimento esterno globale che permette nuove applicazioni anche in parete ventilata, senza rinunciare all’estetica di un raffinato design contemporaneo.

E il laminam è già futuro: ad oggi non esiste altro materiale con le stesse caratteristiche che possa contemporaneamente fungere da parete ventilata, tetto o rivestimento generico, trasformando anche direttamente l'energia solare in energia elettrica. Insomma, il laminam unisce la versatilità delle lastre ceramiche, che permettono massima libertà al progetto architettonico, anche grazie al formato delle lastre-base - 1x3 metri – e allo spessore ridottissimo, a partire da 3 mm, e i vantaggi economici e ambientali del fotovoltaico, come l’assenza di qualsiasi tipo di emissione inquinante, il risparmio dei combustibili fossili, l’estrema affidabilità, i costi di manutenzione ridotti al minimo e la modularità del sistema. A questi si aggiungono poi i plus delle pareti ventilate, che possono avere caratteristiche di elevata qualità estetica, indiscussi vantaggi d’isolamento termoacustico, una maggiore resistenza all’azione combinata di pioggia e vento.
Laminam, grazie alle sue eccezionali caratteristiche tecniche ed estetiche, ha così rivoluzionato i concetti della ceramica tradizionale espandendone i confini di utilizzo in ambito architettonico, della bioedilizia e dell’architettura bioecologica.

Tutte le possibili applicazioni del laminam sono state presentate durante la Design week di Milano, nell’allestimento pensato all’interno del Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci (21-27 aprile) proprio per valorizzare la filosofia e l’unicità di un materiale all’avanguardia, sia per tecnologia che per ricerca estetica.
Con il “Filo di una storia” l’azienda di Fiorano Modenese ha voluto raccontare, infatti, come i valori storici dell’imprenditoria italiana – creatività, immaginazione, tecnologia e design – possano continuare a creare competitività e come le aziende italiane continuino ad essere fucine di idee capaci di individuare nuove opportunità di sviluppo.

LAMINAM SPA Via Ghiarola Nuova, 258
41042 Fiorano Modenese, MO T. +39 0536.1844200
F. +39 0536.1844201 www.laminam.it
info@laminam.it
(ufficio stampa)
ENERGETHICS srl
 
Messaggi: 9
Iscritto il: 23/04/2010, 10:39


Torna a Fotovoltaico sempre più efficiente: pronte celle solari sferiche .

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

cron